in

17enne sospettato di aver spruzzato spray viene accusato anche di rapina ma torna libero

E’ stato rimesso in libertà il 17enne sospettato di avere usato lo spray urticante che avrebbe provocato il fuggi fuggi e poi la calca all’uscita della discoteca “Lanterna azzurra” di Corinaldo (Ancona), in cui sono morte sei persone. Il gip del Tribunale minorile di Ancona ha rimesso in libertà il ragazzo perché non c’erano i presupposti per la custodia cautelare ma ha convalidato l’arresto per una vicenda di droga.

Corinaldo, strage in disco: il 17enne dello spray accusato di un’altra rapina

Denunciato per una rapina commessa a Senigallia il 17enne indagato per la tragedia di Corinaldo. La notte dell’Immacolata alla Lanterna Azzurra, la sera di Halloween nel centro storico di Senigallia: ritornano i giorni di festa, quelli in cui i ragazzi si divertono e si riversano nei locali, nella vita di questo ragazzo.

La polizia lo ha denunciato, insieme a una ragazza minorenne e a un giovane maggiorenne per concorso in rapina. Sono tutti residenti a Senigallia. Se al momento ci sono solo sospetti a suo carico per i fatti di Corinaldo, sono chiuse, almeno per la polizia, le indagini sulla rapina di Halloween.