in

Anno nuovo: allontaniamo gli amici ‘tossici’ che ci fanno star male

Gli amici troppo egocentrici e negativi possono fare molto male alla nostra salute mentale: con il loro atteggiamento rischiano di rubarci la felicità ed è meglio separarsene, anche se, a volte, può essere doloroso come lasciare un partner. Gli amici veri, è bene tenerlo presente, sono quelli che ci incoraggiano e ci rispettano.

Tieni le buone notizie per te. Non vuoi raccontare che sei stato promosso sul lavoro? O che a breve avrai un figlio? Il motivo inconscio del nascondere la tua felicità potrebbe essere che il tuo amico o amica è invidioso o geloso e preferisci mantenere il silenzio per non alimentare questi suoi sentimenti negativi nei tuoi confronti. Ma un vero amico si comporterebbe così? Dovrebbe condividere la tua felicità, non esserne invidioso.

Ti senti meglio quando l’amico non c’è. Ti senti meglio se il tuo amico non è nei paraggi ed eviti di rispondere al telefono: ma in genere con un amico si cerca di trascorrere più tempo possibile, evitarlo è un controsenso. Ma se ti rendi conto di essere inconsciamente schiva forse è proprio perché quell’amicizia non ti va a genio e forse è arrivata l’ora di interromperla.

Non hai mai la possibilità di parlare. Succede che inizi a raccontare di aver scoperto un ristorante di pesce meraviglioso. Poche parole, perché il tuo amico /a si intromette subito raccontando la sua orribile esperienza in un nuovo locale. Insomma, vuole parlare solo lui e quando tocca a te ascolta a malapena quel che dici. Un buon amico dovrebbe essere capace di ascoltare e gli «amici tossici» tendono a essere autoreferenziali. Va fatta molta attenzione a questa dinamica: l’amicizia deve essere una strada a doppio senso e ci si dovrebbe ascoltare in modo reciproco.

Troppi giudizi. Perché hai invitato i tuoi suoceri a cena? Perché ti sei messa quelle scarpe? Perché hai accettato di andare a quella festa? Se il tuo amico\a giudica sempre le tue decisioni e le tue opinioni significa che sta mancando di rispetto ai tuoi valori. Sarebbe meglio interrompere il rapporto. Gli amici dovrebbero stimolare in modo costruttivo e capire i bisogni dell’altro.

L’amicizia è a senso unico. Nelle amicizie ognuno porta un contributo: qualcuno può essere più bravo a fare progetti comuni, qualcun altro è un buon ascoltatore e via così. Ma quando ci si ritrova a essere sempre noi a telefonare o a organizzare un appuntamento allora forse c’è qualcosa che non va: gli amici che ci cercano solo quando hanno bisogno di noi non sono veri amici.