in

Anziani disabili torturati sulla sedia a rotelle nella clinica degli orrori

Anziani disabili maltrattati e imbottiti di tranquillanti in modo che non dessero fastidio all’interno della casa di riposo. Arriva dal Pavese l’ennesima storia di terrore e vergogna venuta alla luce in una residenza sanitaria.

La squadra mobile di Pavia venerdì mattina ha arrestato Giovanni Gastaldo, 67 anni, direttore della struttura, e Davide Montagna, 35 anni, un operatore socio-sanitario della «Casa di Accoglienza Mons. Rastelli», una nota casa di riposo dell’Oltrepò Pavese, a Montebello della Battaglia, che risulta gestita, nel contratto con Ats Pavia, da O.F.T. A.L. Cooperativa sociale di solidarietà (da non confondere con Oftal, Opera Federativa Trasporto Ammalati Lourdes, che ha la sede nazionale a Trino Vercellese: un equivoco voluto, già al centro di azioni legali).

Addirittura Davide Montagna, con il consenso del direttore Gastaldo, era arrivato al punto anche da aizzare tra di loro gli anziani ospiti della struttura, che in alcuni casi sono anche arrivati a morsicarsi, per giustificare così il ricorso a dosi pesanti di tranquillanti. «Un atteggiamento – ha spiegato oggi il dottor Francesco Garcea, capo della squadra mobile di Pavia – che in parte era dovuto al peso della gestione di questi pazienti, ma in altri casi sfociava quasi in un sadico divertimento».