Bambino di due anni ucciso da due rottweiler del vicino di casa

Non c’è stato nulla da fare per il piccolo: tutti i tentativi di rianimarlo sono stati vani. I due animali saranno ora sottoposti ad eutanasia.
Una vera e propria tragedia quella avvenuta a Fresno, una cittadina nello stato americano della California, dove un piccolo bambino di soli due anni è stato aggredito e sbranato da due rottweiler che vivevano nella casa dei vicini.

Secondo quanto riporta il sito d’informazione thesun.uk, la vittima risponderebbe al nome di Jaysiah Chavez, il quale stava trascorrendo un normale pomeriggio di divertimenti e giochi nel giardino dei nonni quando, improvvisamente, i due animali hanno scavalcato la recinzione che divideva le due abitazioni per attaccare il piccolo indifeso.

I nonni di Jaysiah, dopo aver assistito all’invasione dei due cani, hanno cercato di mettersi in mezzo e di salvare il nipote. Purtroppo il loro tentativo è risultato essere completamente vano.

La nonna, dopo essere stata morsa da uno dei due, ha chiamato le forze dell’ordine e i soccorsi. A nulla sono serviti i tentativi di rianimare Jaysiah, che, secondo le prime ricostruzioni dei medici, sarebbe morto sul colpo.

Le dichiarazioni dei famigliari

“Ci sentiamo come se fossimo all’interno di un incubo terrificante.
È un momento davvero complicato. È stato terribile”, ha dichiarato lo zio del piccolo, “il suo sorriso, la sua gioia e la sua spensieratezza ha portato felicità a tutti quelli con cui ha avuto a che fare”.
Una volta arrivata sul posto, la polizia ha sedato gli animali per portarli presso il Central California Society for the Prevention of Cruelty to Animals, dove essi verrano sottoposti ad eutanasia assistita.

Ora le forze dell’ordine stanno avviando un’indagine per capire se i proprietari dei due animali possano essere ritenuti colpevoli della morte di Jaysiah.