in

Bari, code infinite all’Anagrafe per i cambi di residenza: effetto Reddito di cittadinanza?

Decine di cittadini si sono assiepati a partire dalle 15.30 sulle scale esterne e nei corridoi degli uffici della ripartizione Servizi demografici del Comune di Bari. Nei giorni scorsi il Comune aveva lanciato l’allarme sui possibili escamotage.

Tutti in fila all’Anagrafe di Bari. Decine di cittadini si sono assiepati a partire dalle 15.30 sulle scale esterne e nei corridoi degli uffici della ripartizione Servizi demografici del Comune di Bari in largo Fraccacreta.

A denunciare il caos e il sovraffollamento è il consigliere comunale Filippo Melchiorre (Fratelli d’Italia) che si è recato negli uffici per un sopralluogo.

“È una vergogna se per ottenere un servizio pubblico essenziale ti devi sottoporre a tutto questo” tuona il capogruppo del partito di centrodestra a Palazzo di Città.

“Troppa fila e troppo caos per i cambi di residenza perché c’è carenza di personale” va avanti Melchiorre che con lo smartphone ha immortalato le file lunghissime e le attese all’esterno.

Già nei giorni scorsi il Comune di Bari aveva paventato il rischio di intasamento dovuto ai cambi di residenza come escamotage per ottenere il reddito di cittadinanza.