BRUCIA VIVA la moglie dopo il parto. Il motivo: “Non mi ha dato il figlio maschio”

BRUCIA VIVA la moglie dopo il parto. Il motivo: “Non mi ha dato il figlio maschio”
Un uomo in India ha bruciato vive la moglie e le due figlie, di cinque e otto anni. Era infuriato perché la donna non gli dava figli maschi.

Arriva dallo Stato del Bihar, nell’India nordorientale, la notizia di una donna e di due bambine bruciate vive dal padre di famiglia. L’uomo era infuriato perché la moglie non riusciva a dargli un figlio maschio; il fatto è considerato come un grave disonore in molti stati dell’India, compreso il Bihar. L’uomo è stato aiutato dasuoceri della donna, a loro volta infuriati con la nuora per lo stesso motivo.

Il fratello della donna brutalmente uccisa ha raccontato: “Anche nel giorno dell’omicidio sua suocera mi ha chiamato dicendomi ʽtua sorella non è riuscita a dare alla luce un maschio nonostante tutti i nostri sforziʼ“. In India la condizione delle donne è ancora a livelli estremamente preoccupante: sono numerosissimi i casi registrati di violenze, omicidi e abusi ai danni del genere femminile, ritenuto inferiore a quello maschile.

Pushpa Devi era sposata con Manoj Soni da circa vent’anni. Per tutto il loro matrimonio i due non erano riusciti ad avere figli maschi: avevano due figlie femmine, una di otto e una di cinque anni.
Manoj Soni viveva tale situazione come un grave disonore: lo Stato indiano del Bihar è particolarmente povero e arretrato, tanto che non partorire figli maschi è un reato punibile con la morte. L’uomo ha infatti aspettato che la moglie e le due figlie si addormentassero e poi, aiutato dai genitori, le ha imbavagliate e ricoperte di benzina. Poi ha dato fuoco ai tre corpi indifesi.

I vicini, accortisi del fumo che proveniva dalla casa, si sono allarmati e hanno cercato di salvare la donna e le due bambine, ma non c’è stato nulla da fare. Le fiamme le hanno arse vive, uccidendole. La Polizia locale ha riferito che i tre sospettati si sono dati alla fuga e che, al momento, sono ancora latitanti. Il fratello di Pushpa Devi ha raccontato: “L’hanno sempre maltrattata per non aver avuto un maschio, ma la persecuzione è aumentata quando il trattamento medico e gli esorcismi non hanno funzionato“.

Manoj Soni si era infatti sottoposto a costose cure mediche ed esorcismi di varia natura per riuscire ad avere u figlio maschio. Nonostante gli sforzi la coppia ha ottenuto solo figlie femmine.