Delfino Rosa a rischio estinzione partorisce un cucciolo stupendo (Foto)

Una bellissima notizia riportata dal quotidiano online MeteoWeb.eu. Un delfino rosa estremamente raro ha dato alla luce un altro delfino con la stessa spettacolare colorazione. L’animale, conosciuto semplicemente come Pinky, è stato avvistato mentre nuotava nel Calcasieu Ship Channel in Louisiana in compagnia del suo cucciolo, come potete vedere dalle foto contenute nella gallery scorrevole in alto a corredo dell’articolo. Il mammifero dall’insolita colorazione è diventato famoso nel 2007, quando è stato notato dal capitano Erik Rue, che l’ha visto nuotare regolarmente nell’area e accoppiarsi con altri delfini.

Il capitano descrive Pinky come “molto attiva se_ualmente”. E ora sembra che il delfino abbia dato alla luce il suo cucciolo rosa. Si ritiene che Pinky sia un Delfino Rosa di Fiume, la cui particolare colorazione deriva da una rara mutazione genetica. L’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN), inserisce il delfino di fiume nella lista delle specie in pericolo, con la popolazione dell’animale che si sta riducendo.

La nascita del cucciolo rosa, però, ha dato agli ambientalisti un po’ di speranza sul fatto che i cuccioli condividano la stessa mutazione genetica della madre, che fa un’enorme differenza negli sforzi per aumentare la popolazione di questa rara specie.

Secondo la ricerca, molti delfini hanno la pancia rosa. Ma il capitano Rue, ha dichiarato a The Sun: “Pinky è totalmente rosa dalla testa alla coda e ha gli occhi rossastri.

La pelle sembra liscia, rosa lucido e senza imperfezioni. Sorprendentemente, non sembra essere drasticamente influenzato dall’ambiente o dalla luce solare come ci si aspetterebbe considerata la sua condizione, sebbene tenda a rimanere sotto la superficie un po’ degli altri nel branco. Mi sento molto fortunato per aver visto questo mammifero incredibile e fortunato di poter

lavorare e vivere nell’area che frequenta una creatura così fantastica. I nostri ospiti sono sempre entusiasti dell’opportunità di avvistare un mammifero così unico”.