Dieta dei 7 ormoni: perdi fino a 7 chili in 21 giorni

Aiuta ad eliminare il grasso in eccesso, depura l’organismo e fa perdere sino a 7 kg in 21 giorni: si tratta della dieta dei 7 ormoni che ha conquistato le star americane. L’ideatrice di questo regime alimentare è Sara Gottfried,ginecologa statunitense ed esperta in equilibrio ormonale. Nel corso degli anni l’esperta ha analizzato il funzionamento del corpo in riferimento soprattutto agli ormoni. Secondo la Gottfried sarebbero quest’ultimi i responsabili della formazione dei cuscinetti adiposi, dei problemi alla nostra flora batterica intestinale e della fame nervosa.

La dieta dei 7 ormoni ha come obiettivo quello di realizzare una sorta di “reset” ormonale seguendo uno schema molto preciso in cui vengono eliminati alcuni alimenti legati a determinati tipi di ormoni. Quelli coinvolti in tutto sono 7, come svela anche il nome della dieta: estrogeni, insulina, leptina, cortisolo, ormone tiroideo, ormone della crescita e testosterone. Seguendo le indicazioni della dottoressa si riattiva il metabolismo e si bruciano i grassi in eccesso.

Come funziona? Dal primo sino al terzo giorno è necessario eliminare la carne e l’alcol, per ridurre l’eccesso di estrogeni. Largo spazio invece alla verdura, ai legumi, alla frutta secca e al pesce, in particolare il salmone e le sardine. Dal quarto al sesto giorno dovrete bandire dall’alimentazione quotidiana lo zucchero bianco, quello di canne e il miele.

Potrete invece consumare la quinoa, le olive, gli spinaci, le bietole e l’avocado, questo per ridurre l’insulina che trasforma gli zuccheri in adipe. Dal settimo al nono giorno evitate patate, peperoni, pomodori e zucchine, sostituendoli con piselli, carote, carciofi e broccoli. Questo vi consentirà di fare il pieno di leptina, che aumenta il senza di sazietà.

Dal decimo al dodicesimo giorno riducete drasticamente caffè e tè, abbondando nel consumo di acqua calda e limone, infusi e verdure, questo per dare unostop deciso al cortisolo. Dal tredicesimo al quindicesimo giorno dovrete rinunciare a numerosi cibi fra cui il pane, i salumi, la birra, l’avena, il riso e il farro, mangiando invece le uova, i broccoli, i frutti di mare e il pollo.

Tutto questo per tenere sotto controllo gli ormoni tiroidei che regolano il metabolismo. Dal sedicesimo al diciottesimo giorno eliminate dall’alimentazione burro, kefir e formaggio, sostituendoli con latte di mandorle, legumi e pesce. Infine dal diciannovesimo sino al ventunesimo giorno dovrete stare attenti a tutti i prodotti che contengono parabeni e ftalati, scegliendo invece alimenti come timo, curcuma, cavoli e origano. Prima di iniziare la dieta, è sempre bene consultare il proprio medico.