È morto Luke Perry, il Dylan di Beverly Hills

L’attore aveva 52 anni e non si è mai ripreso dal violento ictus di mercoledì scorso

Luke Perry, il Dylan di Beverly Hills 90210, è morto dopo essere stato vittima di un violento ictus mercoledì scorso. L’attore aveva 52 anni. A dare la notizia della morte il sito Tmz.

Ecco quanto era accaduto

La star di Beverly Hills 90210 Luke Perry è stato trasportato d’urgenza in ospedale dopo un ictus. Il 52enne era nella sua casa a Sherman Oaks, a Los Angeles. Seguiranno aggiornamenti. La notizia è stata diffusa dal puntualissimo Tmz, il portale di gossip americano che ha rilanciato l’audio di una chiamata al pronto intervento dei vigili del fuoco della contea. Non sono chiare le condizioni dell’attore al momento.

Le condizioni di salute di Luke Perry
Stando a quanto riferito da Tmz, l’attore sarebbe stato colpito da un ictus nella mattina di mercoledì 27 febbraio, approssimativamente intorno alle 9.40 del mattino, l’orario in cui è arrivata la chiamata al pronto intervento.
Il reboot di Beverly Hills 90210
La notizia che tiene in ansia milioni di fan nel mondo dell’attore coincide curiosamente con le notizie sul rinnovo e il rilancio delle nuove puntate di “Beverly Hills 90210”.

Da questo progetto, vale la pena ricordarlo, sia Luke Perry sia Shannen Doherty avevano deciso di prendere le distanze, rifiutando quindi di riprendere i personaggi di Dylan e Brenda.

L’indimenticabile Dylan di Beverly Hills
Luke Perry inizia la sua carriera in soap come “Destini” e “Quando si ama” ma è con il personaggio di Dylan McKay di “Beverly Hills 90210” che raggiunge la notorietà assoluta, partecipando alle riprese dal 1990 al 1995 e dal 1998 al 2000. Il personaggio di Dylan era costruito sulla falsa riga di quello di James Dean, bello e dannato.

Dylan, che viene ricordato soprattutto per la sua relazione intensa con Brenda, è infatti un personaggio problematico che ha problemi con l’alcool, con le droghe ed ha una famiglia che lo ha abbandonato a se stesso.

Sfortunatamente, è stato anche il personaggio che gli ha segnato la carriera in negativo, non riuscendo a segnalarsi più per ruoli differenti. È apparso anche nel film con Massimo Boldi e Christian De Sica “Vacanze di Natale ’95”, nel ruolo di se stesso.