in

Flavio Briatore: “Mio figlio Nathan Falco non adrà a scuola, sarò io a formarlo”

In un’intervista il noto imprenditore parla del futuro di suo figlio: “Non mi serve un laureato ma uno che porti avanti quello che ho costruito”.Sul futuro di suo figlio Nathan Falco, Flavio Briatore ha le idee molto chiare: finirà le scuole superiori in un collegio prestigioso in Svizzera, dopo di che inizierà a lavorare al suo fianco.

L’università secondo il noto imprenditore non serve a suo figlio perché sarà lui stesso a formalo per il lavoro che andrà a svolgere.
“Falco sa che a 14 anni andrà in collegio in Svizzera a fare il liceo. Non può mica restare a Montecarlo a vita. Poi dopo il diploma verrà a lavorare con me – ha dichiarato Briatore in un’intervista al settimanale Oggi – se volesse fare l’università?

Non ne vedo la ragione: sarò io a formarlo. Se uno ha una vocazione deve essere libero di assecondarla, ma a me non serve un laureato, mi serve uno che porti avanti quello che ho costruito: se mi serve un commercialista o un avvocato – ha sottolineato – lo chiamo e gli pago la parcella”.

Di fronte a queste parole viene spontaneo chiedersi se Nathan Falco sarà d’accordo con la decisione del papà. Per scoprirlo bisognerà attendere che cresca, intanto l’imprenditore sta cercando di insegnargli dei valorifondamentali per diventare un vero professionista: “Lui si guarda intorno già adesso e capisce che c’è tanta gente che lavora con noi – ha spiegato ancora Briatore – sa che avrà una responsabilità anche lui.

Io lo sto crescendo mostrandogli l’importanza di un buon team. Se lavori bene, vieni pagato molto bene, se non lo fai sei fuori. È meritocrazia e nulla di più. Non esiste la fortuna: esistono i sacrifici, l’impegno”.
Nathan Falco è nato nel 2010 dal matrimonio di Briatore con la soubrette Elisabetta Gregoraci: la loro storia d’amore è ormai finita da tempo ma i due sono in buoni rapporti soprattutto per il bene del piccolo, che adorano. “Siamo due bravi genitori – ha detto in proposito – focalizzati entrambi su nostro figlio. Restiamo una famiglia e Falco cresce sereno e amato”.

Nei giorni scorsi il bambino è stato vittima degli attacchi degli haters che lo hanno offeso per il suo fisico commentando alcune foto postate sui social dallo stesso Briatore. Da bravo papà, l’imprenditore ha difeso a spada tratta il suo Nathan Falco rispondendo così: “I commenti stupidi sui bambini sono fatti da sfigati rancorosi e gelosi che non sono stati capaci di crearsi un lavoro, poveretti”.