in

Il filo rosso al polso un potente amuleto. Usanza antica ma anche attuale, vi spieghiamo i suoi poteri magici. Indossare un braccialetto rosso è…

Indossare un braccialetto rosso è un’usanza molto antica, si sviluppa maggiormente nella cultura della Cabala ebraica. Si racconta che Rachele la moglie di Giacobbe quando morì la sua tomba fu avvolta con un filo rosso.

In un secondo momento il filo fu tagliato in piccoli pezzettini e in quel momento assorbirono la sua anima. La leggenda dice che chi indossa il braccialetto rosso porta con se l’energia accumulata sulla tomba di Rachele.

Oggi invece viene indossato da alcuni più come moda, ma da altri credenti viene indossato come un potente amuleto pronto a scacciare tutte le energie negative. Le celebrità come Di Caprio lo indossano sempre.

Desiderate ricevere delle energie positive e allontanare le negatività? Provate a mettere un filo rosso di lana naturale al polso sinistro. Questo amuleto per essere efficace deve essere indossato credendo davvero ai suoi poteri. Chi lo indossa deve avere pensieri positivi e desiderare il meglio per sé e per la propria famiglia.

Ecco come procedere perché il filo rosso funzioni davvero: 1. Chiedete a una persona molto cara che vi vuol bene davvero di annodarvelo al polso. 2. Fatevi fare ben 7 nodi e per ciascuno di essi dovete pensare cosa desiderare attrarre nella vostra vita. 3. Il filo deve essere fato di lana naturale e deve essere acquistato con l’intenzione di fungere da amuleto.

4. Mentre lo si annoda si deve avere una buona energia. Solo così inizieranno ad accadere delle cose molto belle. 5.Il filo rosso non va tolto mai. Quando accadrà che si rompe, ciò significa che l’amuleto ha attratto abbastanza energia negativa.