in

Il Giudice Foti sospeso da forum

Intercettato mentre parla con un avvocato arrestato: il giudice Foti sospeso da Forum
Francesco Foti, giudice di Forum, è stato sospeso dalla trasmissione in onda sulle reti Mediaset per volere della società di produzione “temporaneamente e in via precauzionale” dopo che il suo nome è finito in un’inchiesta condotta dalla Procura di Catania che ha portato all’arresto di un avvocato per bancarotta e riciclaggio. Lui, che non è indagato, si difende: “Mai coinvolto nella vicenda. Ho visto quell’uomo solo una volta”.

Intercettato mentre parla con un avvocato arrestato: il giudice Foti sospeso da Forum
Francesco Foti, giudice di Forum, è stato sospeso dalla trasmissione in onda sulle reti Mediaset per volere della società di produzione “temporaneamente e in via precauzionale” dopo che il suo nome è finito in un’inchiesta condotta dalla Procura di Catania che ha portato all’arresto di un avvocato per bancarotta e riciclaggio. Lui, che non è indagato, si difende: “Mai coinvolto nella vicenda. Ho visto quell’uomo solo una volta”.

Da circa 10 anni Francesco Foti sedeva nel tribunale televisivo di Forum, storica trasmissione in onda sulle reti Mediaset, alla quale era approdato come erede di un altro togato noto al pubblico del piccolo schermo, il giudice Santi Licheri. Ma da oggi Foti, 59 anni, non parteciperà più allo show dopo che la società che si occupa della produzione esecutiva del programma, Corima, ha sospeso “temporaneamente e in via precauzionale” il rapporto di collaborazione con lui. È stata Mediaset a rendere nota la decisione, sottolineando che “recenti indiscrezioni di stampa relative a un’inchiesta condotta dalla Procura di Catania menzionano, tra gli altri, anche l’avvocato Foti” e che la decisione di Corima è stata presa “in attesa che venga chiarita la sua posizione”. Stando a quanto riferito da Livesicilia, infatti, il giudice è stato intercettato dalla Guardia di Finanza nell’ambito di una inchiesta che coinvolge un avvocato finito in manette (il giudice noto al pubblico di Forum non è indagato).

Intercettato mentre parla con un avvocato arrestato: il giudice Foti sospeso da Forum
Francesco Foti, giudice di Forum, è stato sospeso dalla trasmissione in onda sulle reti Mediaset per volere della società di produzione “temporaneamente e in via precauzionale” dopo che il suo nome è finito in un’inchiesta condotta dalla Procura di Catania che ha portato all’arresto di un avvocato per bancarotta e riciclaggio. Lui, che non è indagato, si difende: “Mai coinvolto nella vicenda. Ho visto quell’uomo solo una volta”.

Da circa 10 anni Francesco Foti sedeva nel tribunale televisivo di Forum, storica trasmissione in onda sulle reti Mediaset, alla quale era approdato come erede di un altro togato noto al pubblico del piccolo schermo, il giudice Santi Licheri. Ma da oggi Foti, 59 anni, non parteciperà più allo show dopo che la società che si occupa della produzione esecutiva del programma, Corima, ha sospeso “temporaneamente e in via precauzionale” il rapporto di collaborazione con lui. È stata Mediaset a rendere nota la decisione, sottolineando che “recenti indiscrezioni di stampa relative a un’inchiesta condotta dalla Procura di Catania menzionano, tra gli altri, anche l’avvocato Foti” e che la decisione di Corima è stata presa “in attesa che venga chiarita la sua posizione”. Stando a quanto riferito da Livesicilia, infatti, il giudice è stato intercettato dalla Guardia di Finanza nell’ambito di una inchiesta che coinvolge un avvocato finito in manette (il giudice noto al pubblico di Forum non è indagato).

Foti parlerebbe nel corso di queste conversazioni di “fondi all’estero, falsi finanziamenti, transazioni, riciclaggio, soldi da lavare, e persino di pentiti e ‘dei rapporti con Brusca”, boss mafioso, con l’avvocato civilista Mariolino Leonardi, finito in manette qualche giorno fa proprio per bancarotta e riciclaggio. Le fiamme gialle hanno seguito Leonardi a Roma mentre si recava in un ristorante, dove ha incontrato il giudice di Forum. Quest’ultimo ha chiesto all’amico avvocato informazioni su come costituire una società all’estero. “Creala in Croazia”, avrebbe risposto Leonardi, la cui idea sembrerebbe piacere a Foti, che gli prometterebbe di metterlo in contatto con il cliente “che fa transazioni e falsi finanziamenti su fatturati di società francesi”. Scrive il gip del tribunale di Catania Anna Maria Cristaldi: “L’intercettazione viene utilizzata dalla procura e dal Gip per dimostrare non solo la capacità di Leonardi di reperire sempre nuovi contatti e nuovi collaboratori, ma anche come sia disponibile a riqualificarsi professionalmente per la realizzazione di nuove operazioni illecite. Tanto che il gip ritiene indispensabile la misura della custodia in carcere. Foti, lo ripetiamo, non risulta indagato dalla procura di Catania”.

La difesa di Foti: “È tutto falso”
Il giudice Francesco Foti si è però difeso da qualsiasi tipo di accusa. In una intervista rilasciata sempre a Livesicilia, ha negato il coinvolgimento nella vicenda pur ammettendo di aver incontrato solo quella volta a Roma l’avvocato Leonardi. Era il 2016 e al tavolo con loro due c’era anche un altro legale, Leonardo Ferlito, procuratore legale dello studio di Foti nel passato, arrestato un anno dopo per concorso esterno nella maxi inchiesta sui rapporti tra il clan Rinzivillo e i piani altissimi romani. A registrare tutto c’erano le Fiamme Gialle, coordinate dalla Procura di Catania guidata da Carmelo Zuccaro. “Io ho raccontato di un processo di cui mi stavo occupando – ha detto Foti -, per parlare di qualcosa, visto che non avevo nulla da dire a questo personaggio, ho raccontato questo processo che avevo in mano, né più, né meno. Mi sono sentito con un avvocato catanese, basta controllare i tabulati e si vedrà che oltre a quella volta non ho mai avuto contatti con questo avvocato”. E poi ancora: “Chiederò di essere interrogato e di leggere per intero le intercettazioni, non quello che hanno ritenuto ed estrapolato”.