in

Il più potente uragano del Mediterraneo ha sfiorato la Puglia: pioggia di un mese in tre giorni tra Sud Italia e Turchia

Un fotogramma del video (che riportiamo qui sotto) mostra la furia dell’uragano nella zona del Peloponneso (Grecia)

Medicane“, frutto dell’unione delle parole MEDIterranean-hurriCANE, è il nome di un uragano che dalla Sicilia sta raggiungendo la Puglia in queste ore e che poi terminerà il suo viaggio in Grecia e in Turchia, dove sono già state segnalate tremende inondazioni.

àComplici le infiltrazioni di aria fresca che giungono da nord-est a tutte le quote, a seguito dei contrasti con la superficie del mare caldissima ben 8 gradi sopra la media nel tratto tramar Ionio e mar Egeo, si è formata una struttura ciclonica di particolare violenza che nella giornata di Sabato 29 Settembre ha assunto caratteristiche di uragano vero e proprio; sebbene i cicloni mediterranei in formazione tra il Mar Ionio e il Mar Egeo, spesso anche sfiorando la Calabria e la Sicilia, in passato abbiano già più volte raggiunto delle caratteristiche paragonabili ad una tempesta tropicale, questa volta siamo di fronte realmente e per la prima volta ad un uragano di categoria 1 o 2, con venti oltre i 160km/h: esso assume ora caratteristiche ancor più vistose con la presenza di un occhio ben visibile e attorno al quale i corpi nuvolosi ruotano in senso antiorario apportando precipitazioni di entità eccezionale.

In questi minuti l’Uragano Medicane, il più forte della Storia del Mediterraneo da quando sì raccolgono i dati, dopo aver sfiorato le coste ioniche di Sicilia e Calabria creando onde impressionanti a Catania ed inquietanti effetti tsunami a Marzameni (SR), ha puntato verso la Grecia aumentando di intensità con raffiche di vento fino a 160km/h ed ora sta flagellando le isole elleniche, Peloponneso fino ad Atene. In Puglia la Protezione Civile ha annunciato l’allerta gialla per “rischio idrogeologico e idraulico”. Precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, con quantitativi cumulati moderati, specialmente sulla Puglia meridionale e centrale ionica. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento.

Pra quem nunca viu vento à 200 km hora.

Gepostet von Branca Lopes am Samstag, 22. September 2018

Back to Top
Close