in

Il primo nato a Roma si chiama Italo, i genitori sono dello Sri Lanka: “E’ la sorella di FrecciaRossa”

Uno dei primi quattro nati del 2019 a Roma, il primo in assoluto, si chiama Italo e pesa 4.8 chili. Un nome molto legato all’Italia, scelto da genitori originari dello Sri Lanka che avevano già chiamato Romano il suo fratellino maggiore, che ora ha 18 mesi.

A visitare il bambino, che è nato all’ospedale San Filippo Neri pochi secondi dopo mezzanotte, stamane è stata la sindaca Virginia Raggi. Il papà ha 44 anni e vive nel Bel Paese da nove anni.

A Roma ha lavorato per sei anni come badante per un anziano signore di nome Giorgio. La mamma, di nome Ranga, 32 anni, sta qui da tre anni ed è in cerca di lavoro.

La famiglia, di religione buddista, abita in zona San Pietro. Poco dopo la visita della sindaca, Ranga racconta: «Sono stata contenta, abbiamo parlato di mio figlio. Abbiamo scelto questo nome perché è legato all’Italia, posto in cui viviamo e ci troviamo bene. Poi lo abbiamo scelto perché piaceva molto a Giorgio il signore per cui lavorava mio marito, scomparso a dicembre, e a cui eravamo molto affezionati».

La donna coglie l’occasione anche per ringraziare il personale dell’ospedale San Filippo Neri dove racconta di essersi trovata «benissimo».  Simpaticissimi i commenti ricevuti alla bella novella.

Tra i più apprezzati quello di Fabrizio Bifulco che ha scritto: “…e la sorella Frecciarossa”. Altri commenti sono stati più pungenti come quello di Damiano Vulpiani che scrive: “Ridete pure, in tanto i genitori dello Sri Lanka gli hanno dato un nome Italiano, mentre i genitori italiani fanno a gare per il nome straniero più brutto!”.