in

La nuova moda del web, da suggerire a qualche amico. Forse…

9 cose da sapere se il tuo uomo è pelato

Stai uscendo con un ragazzo calvo? Brava: sono così sexy… Ma ci sono alcune cose che devi sapere: dalla loro ossessione per i rimedi anticaduta fino a quella per la rasatura totale, ecco tutte le verità nascoste degli uomini colpiti dalla calvizie!

Stai uscendo con una ragazzo calvo? Brava: sono così sexy... Ma ci sono alcune cose che devi sapere: dalla loro ossessione per i rimedi anticaduta fino a quella per la rasatura totale, ecco tutte le verità nascoste degli uomini colpiti dalla calvizie!

Confesso: nella mia vita mi è capitato di uscire con un certo numero di uomini calvi. Non “in piazza”, non stempiati o con l’attaccature alta, eh. Intendo: pelati pelati. Non so se si tratti di un caso o se invece tutte quelle pubblicità di Mastro Lindo guardate da bambina abbiano lavorato segretamente sul mio immaginario erotico, ma è innegabile che spesso gli uomini calvi siano anche molto sexy. La mancanza di capelli rende più evidenti i lineamenti, lo sguardo più penetrante e poi i calvi mica stanno lì a passarsi vezzosamente le mani nel ciuffo ogni tre secondi. In più sono comodi: nella folla, li trovi subito, basta seguire il bagliore della pelata. E poi sta’ certa che non ti ruberanno shampoo-spazzola-pettine e saranno sempre pronti in due secondi. Ma se vuoi uscire con un uomo calvo, ci sono alcuni segreti che devi sapere, piccole accortezze da mettere in pratica per non urtare la sua sensibilità e per salvaguardare al meglio la sua povera testolina (e la tua!). Eccole.

1) L’uomo calvo rimpiangerà sempre in segreto i capelli perduti. Sempre. Sempre. La caduta dei capelli è un evento irreparabile, irreversibile, che sa di contatto con l’eterno. Cioè, non è come essere ingrassata due chili a Natale: sai che dimagrirai. Sbagli la tinta? La rifai. Ti si rompe un’unghia? Ricrescerà. Hai la cellulite? C’è sempre la liposuzione. Per la calvizie invece non c’è rimedio. Tu capisci la tragedia: questi poveri ragazzi hanno sperimentato l’ineluttabilità delle cose sulla loro pelle. L’essere calvo è una condizione irreversibile e sfortunata. È uno stato dell’animo. Quindi evita di fare battute sulla sua calvizie.As simple as that
2) A un certo punto della sua vita l’uomo calvo avrà provato, senza successo e in questa sequenza, i seguenti rimedi: lo shampoo anticaduta, la lozione rinforzante, le pillole stimolatrici del capello, vari trattamenti locali, qualche rito voodoo. Alcuni, i più, si fermano prima del trapianto, oppure vanno avanti per la vita a rimbalzare da un rimedio all’altro. Ovviamente senza risultati apprezzabili. Non è una cosa di cui l’uomo calvo vada fiero, insomma spendere l’equivalente di un viaggio alle Galapagos per avere due peli in testa non è roba da furbi, ma questo non ti autorizza a dileggiarlo. Quanti soldi hai speso tu, da quando hai l’età della ragione, in cerette, manicure, shampoo e beveroni drenanti?

3) Probabilmente l’uomo calvo avrà cominciato a stempiarsi intorno ai 20 anni. Quindi inutile che gli chiedi di mostrarti le foto di quando era giovane e capelluto, a meno che tu non ti voglia trovare in mano immagini di un adolescente brufoloso. Evita di umiliarlo e fa’ conto che lui sia nato calvo.
4) Nella disgraziata ipotesi che tu ti trovi tra le mani tali foto (complice cuore di mammà che vuole esibire orgogliosa i di lui riccioli andati), ecco in tale eventualità non dire: «Amore come stai bene con i capelli!». La risposta migliore è: «Non stavi male. Ma ora sei moooolto più maschio». (Del resto, Mastro Lindo con i capelli non sarebbe credibile, dai).

5) So che ti risulta difficile crederlo, ma i capelli non sono solo un fatto estetico. La loro funzione è quella di proteggere la cute delicata del cranio. In inverno, senza capelli, hai un freddo cane. Un freddo cane bastardo. Va da sé quindi che il tuo fidanzato calvo sarà solito sfoggiare cuffie e cappelli di diversa forma e dimensioni. Anzi è facile che quella dei cappelli sia una delle sue fissazioni. Fai conto che per lui indossare un berretto equivale al tuo gesto di pettinarti: insomma i capelli non li ha, potrà avere la libertà di provare a cambiare faccia divertendosi con i copricapi, povera anima? Assecondarlo sempre.
6) Se d’inverno il pelato muore di freddo, d’estate rischia fastidiose scottature: il cuoio capelluto non è mica una scorza impenetrabile. È pelle. Quindi ricordagli sempre di mettere la protezione 50 quando siete in spiaggia. E pazienza se in ogni foto che fate in estate avrà quell’orribile cappellino.
>7) La pelata non è solo sensibile al calore o al freddo. Ma anche alla luce, nel senso che è quasi sempre lucida. La qual cosa accade preferibilmente quando ti stai facendo un selfie con lui. Tienilo presente, così magari orienti il telefono in modo da trovare una luce più soffusa. Oppure vai di facetune per opacizzare la piazza.

8) Quasi sicuramente il tuo ragazzo non è completamente calvo: i bulbi piliferi che per primi muoiono sono quelli sulla sommità della testa. Quelli intorno al cranio e sulla nuca posso andare avanti anni a produrre capelli. Se lui non se li radesse in gran segreto e a intervalli regolari, l’effetto sarebbe quello di Sean Connery in Nel nome della rosa: hai presente la classica chierica? Ecco. Non molto affascinante. Quindi dovesse capitare che il tuo ragazzo calvo si faccia male a una mano, oppure sia costretto per giorni a letto da un attacco di labirintite, sappi che toccherà a te rasarlo.
9) Toccarlo sulla testa, accarezzare il suo cranio, quella pelle così delicata, esposta e imprevista, è un gesto d’intimità fortissimo. È come accarezzare la sua più grande debolezza, come accarezzare gli anni di preoccupazioni, di disagio, di rimpianto. Sii delicata e ti amerà per sempre. Se invece un giorno lo scopri mentre fa sesso nel vostro letto con la tua migliore amica, sai benissimo dove colpire. Senza pietà.

Problema risolto

Gli Hairstylist quelli belli

Gepostet von Nazionali di mosca cieca su gli scogli 0fficial am Sonntag, 7. Oktober 2018