in

Lite Corona – Blasi, tutto falso. I due messi d’accordo per ottenere soldi.

Corona-Blasi: finta lite per far aumentare gli ascolti
Fabrizio Corona rischia di tornare in carcere per i suoi comportamenti, ma la difesa sostiene che la lite al Gf Vip con Ilary Blasi era solo “lavoro”

L’accusa parla di una possibile revoca dell’affidamento terapeutico di Fabrizio Corona, ma perché? A quanto pare l’ex fotografo dei Vip sarebbe stato protagonista di una serie di violazioni, tra cui anche le ospitate in tv. Tra queste in primis si colloca la lite furibonda in diretta al Gf Vip con Ilary Blasi. La difesa di Corona ha spiegato ai giudici che l’intervento in tv e la querelle con Ilary Blasi sarebbero state il “frutto di un accordo al fine di incrementare gli ascolti di una trasmissione che non stava dando i risultati sperati”.

Fabrizio Corona rischia così di tornare in carcere perché secondo l’accusa l’affidamento concessogli a febbraio si è rivelato un “fallimento”. Alcune violazioni dell’imprenditore, culminate in situazioni pubbliche come la disputa con Ilary Blasi, sarebbero dunque nell’occhio del ciclone. Proprio quella lite con la moglie di Francesco Totti, infatti, secondo i legali di Corona non sarebbe altro che un accordo commerciale tra lo stesso Fabrizio e la produzione del reality.

Si sarebbe dunque trattato di un vero e proprio copione scritto, dunque per lui un “lavoro” a tutti gli effetti. Questa è appunto la tesi della difesa dell’ex agente fotografico, depositata in un documento ufficiale agli atti del procedimento del Tribunale di Milano. Quest’ultimo sarà chiamato a decidere se confermare o meno l’affidamento terapeutico di Fabrizio Corona causato dalla dipendenza dalla cocaina.

Blasi-Corona: tutto finto?

Non è dato sapere se la questione sia solo un escamotage della difesa, visto che tale dichiarazione potrebbe essere l’unica maniera per evitare il carcere a Fabrizio Corona fino a giugno del 2022. L’accusa invece lo vorrebbe di nuovo dietro le sbarre per una serie di violazioni. In particolare, Corona sarebbe colpevole di non rientrare a casa negli orari prefissati, di risultare mancante ai controlli delle forze dell’ordine e di fare un uso smodato di social e televisione.

La lite dello scorso 25 ottobre al Grande Fratello Vip ha effettivamente dato vita a grandi ascolti per il programma condotta da Ilary Blasi.

La difesa ha così avuto modo di giustificare ai giudici la propria visione dei fatti, ossia che quella lite era un semplice lavoro per Fabrizio Corona, tanto che in un video diffuso in rete il diretto interessato sembrava intento a studiare una parte.

La denuncia di Ilary Blasi

Il litigio organizzato a tavolino dalla produzione di Canale 5, secondo le dichiarazioni dei legali di Corona, sarebbe dimostrato anche dal fatto che non ci sia stata nessuna “formale denuncia” contro Fabrizio Corona. Né Ilary Blasi né Mediaset avrebbero infatti recriminato alcunché, nemmeno per gli eventuali danni causati dal fotografo a un camper della produzione.

Nel frattempo Fabrizio Corona è stato chiamato a dichiarare i suoi guadagni alla Procura lombarda. Si parla di 35mila euro per la sua ospitata al “Grande Fratello Vip” e di 15mila per la “Repubblica delle Donne”. Altri 50mila gli sarebbero stati corrisposti per le due puntate a “Verissimo”. Il tutto per un totale di 200mila euro, compresa anche la sua presenza a “Non è l’Arena”. Il tutto è stato fatturato dalla società che si occupa dei suoi diritti d’immagine, ossia la Atena.

Per tale motivi, la difesa chiede ora al Tribunale di Sorveglianza di distinguere bene tra il personaggio pubblico e quello privato. Quest’ultimo, dal punto di vista dei legali di Corona, starebbe ottenendo degli ottimi risultati nel suo percorso di recupero.