Maria De Filippi dalla Carrà: “Finita al pronto soccorso dopo un piombino in fronte”, il racconto di quando era adolescente

Giovedì scorso su Rai Tre è andata in onda la quarta puntata di A Raccontare Comincia Tu, il programma condotto da Raffaella Carrà. Ospite della serata è stata Maria De Filippi, la regina della televisione italiana. Quest’ultima ha parlato molto della sua vita, del lavoro e ha raccontato un episodio che poteva finire in tragedia. Andiamo a vedere cosa ha riferito. Intervistata dalla grande Raffaella Carrà, Maria De Filippi ha rivelato che lei proviene da una famiglia molto umile e lei aveva un rapporto particolare con il fratello maggiore.

Quest’ultimo prima della nascita di Maria aveva addosso tutte le attenzioni dei genitori, dopo, però, con l’arrivo della sorellina l’amore del padre e della madre non era indirizzato solo a lui, in pratica doveva condividerlo. E se da bambini erano come il cane e il gatto, col passare degli anni la De Filippi e il consanguineo hanno stretto un bellissimo rapporto.

Nel corso della lunga chiacchierata con la Carrà, Maria De Filippi ha raccontato un aneddoto che riguarda il fratello maggiore. Lei da piccola era molto possessiva, quindi voleva sapere tutto su quest’ultimo. Il ragazzo, invece, non voleva assolutamente che la sorella entrasse nella sua cameretta.

Un giorno, però, l’attuale conduttrice di Uomini e Donne ricevette una vera e propria minaccia: “Non entrare più nella mia stanza, se entri ti sparo”.

Maria, però, sottovalutò l’avvertimento del fratello credendo che scherzasse. Così si intrufolò nella cameretta e il consanguineo senza esitare afferrò la pistola a piombini e le sparò alla fronte. Uno sparo che costrinse i genitori a trasportare Maria al Pronto Soccorso.

Per fortuna non è successo nulla di grave ma la gelosia del ragazzo poteva finire in tragedia.