in

Nonna di 72 anni sposa un diciannovenne incontrato al funerale del figlio

Almeda Errell (72enne) e Gary Hardwick (19enne) si sono incontrati in occasione del funerale del figlio di lei ed è stato qui che Cupido è entrato in azione. Dopo due settimane lui le ha chiesto la mano e, trascorsa un’ulteriore settimana, si sono ritrovati all’altare a pronunciare la fatidica frase: ‘sì, lo voglio’.

Un amore tutt’altro che facile, contrastato da amici e parenti. La coppia ha tuttavia dimostrato la sua solidità riuscendo a superare tutte le impasse che si è trovata di fronte lungo il travagliato cammino del matrimonio dagli insulti alle maldicenze.

Almeda, vedova, deve sopportare l’allontanamento di uno dei quattro figli che non le rivolge più la parola. Ma gli innamorati hanno più volte ribadito che l’età è solo un numero, un numero degno di non essere preso in considerazione dal momento che se c’è la felicità c’è tutto.

Almeda, il cui marito – con il quale ha vissuto 43 anni – è morto da cinque anni, non appena ha incontrato gli occhi di Gary si è innamorata all’istante tanto da definirlo la sua anima gemella e demolendo la convinzione che sarebbe rimasta da sola per il resto dei suoi giorni.

Lo stesso vale per Gary, stregato dagli occhi della 72enne, dal suo atteggiamento, dalla sua solarità, non le ha saputo resistere. D’altronde – dichiara lui stesso – ha sempre avuto un debole per le donne più grandi.

L’unico problema sarebbe stato la reazione della nonna, la donna che lo ha cresciuto, la quale però, non ha inveito contro mostrandosi, invece, solidale con il ragazzo e appoggiando la sua relazione. Meno drastici sono anche i nipoti della donna che accettano la relazione, Aron e Indiana Elliott, rispettivamente di 22 e 17 anni. Aron ha dichiarato di aver chiamato Gary ‘nonno’ una volta soltanto e per scherzo poiché lo vede più come un amico.