Padre e figlio uccidono mamma orsa e i suoi cuccioli in letargo: incastrati da un video della forestale

Le immagini sono terribili. Raccontano della morte di mamma orsa e dei suoi cuccioli, uccisi mentre erano ancora in letargo. Autori del barbaro episodio, un padre ed un figlio durante una battuta illegale di caccia a Esther Island, in Alaska.

Come testimoniano le immagini, pubblicate poche ore fa su You Tube dall’associazione ambientalista The Humane Society of the United States, i due erano riusciti a scovare la tana di un orso che, anche grazie al gelo pungente ed alla neve che aveva coperto l’intera regione, era ancora in pieno letargo.

A quel punto, chi si sarebbe aspettato che i due, avrebbero proseguito oltre lasciandolo dormire in pace, si sarebbe sbagliato di grosso perchè, da quel momento, sarebbe iniziata la carneficina.

Andrew R. e suo figlio Owen, del tutto incuranti delle leggi vigenti che, in quel territorio, vietano questo tipo di caccia, si sono avvicinati.

Cautamente, cercando di non far rumore, hanno imbracciato fucile e pistola e fatto fuoco.
Uno, due, tre colpi. Poi, ancora e ancora, fino a quando, ormai convinti di aver centrato il bersaglio, si sono addentrati nella tana per prendere il sospirato bottino.

Nel frattempo, i cuccioli dell’orsa, ormai morta, avevano cominciato a farsi sentire. Terrorizzati e al buio, anche loro sarebbero diventati facile bersaglio dei due personaggi senza scrupoli che, in un attimo, avevano già scuoiato l’animale non prima, però, della classica foto di rito con quel trofeo ancora sanguinante.