Questi sono gli otto minatori che lavorano contro il tempo per salvare Julen dal pozzo

E giusto far vedere al mondo le facce di queste persone che da giorni stanno lavorando per cercare di salvare il piccolo.

Le truppe della Brigata di soccorso minerario hanno già realizzato un metro e mezzo della galleria orizzontale scavata per cercare di trovare Julen,

il bambino di due anni caduto in un pozzo a oltre 100 metri di profondità a Totalán (Málaga) undici giorni fa Le condizioni del terreno sono costrette a eseguire due microvoladuras.

I minatori hanno iniziato nel pomeriggio di giovedì scorso lo scavo di una galleria orizzontale di circa quattro metri per collegare il tunnel verticale precedentemente perforato con il pozzo in cui si trova il piccolo.

Il coordinamento delle complicate operazioni di soccorso è affidato al direttore tecnico della brigata, l’ingegnere Sergio Tuñón, e all’ingegnere tecnico Antonio Ortega. Altri sei specialisti completano la squadra, secondo

“La Nueva España”: Lázaro Alves Gutiérrez, Maudillo Suárez, José Antonio Huerta, Jesús Fernández Prado, Rubén García Ares e Adrián Villaroel.