Scopre di essere stato tradito ma in certi casi si può perdonare!

“Non mi sono turbato perché mi hai tradito, ma perché non potrò più fidarmi di te! “Jim Morrison.Chi scopre l’omosessualità del coniuge può chiedere la nullità dell’unione civile, ma il rapporto con i figli rimane immutato, e non viene ad essere influenzata la decisione sull’affido”.La legge italiana è chiara e lapidaria, ma vediamo insieme cosa accade davvero in chi scopre il tradimento omosessuale del partner. Qualche riflessione
La sessualità diventa fluida, così come l’identità, ed a quanto pare, anche il matrimonio.

L’amore longevo è un amore a rischio di noia, a rischio di routine e necessita di un’infinità di cure e di strategie di manutenzione del legame d’amore. La possibilità di tradimento è sempre dietro l’angolo – ed a quanto pare – anche il tradimento omosessuale, ad un certo punto della vita della coppia, sembra essere possibile.

Un tradimento non riempie mai di gioia. Ma casi come questo sono un’eccezione giustificata

Conseguenze psichiche del tradimento omosessuale
Ogni tradimento fa male, si sa, ma quello omosessuale disorienta e fa sprofondare il coniuge in uno stato di confusione e di disagio, amplificati da efferata gelosia e da vergogna.

Mia moglie mi tradisce con una donna? Mio marito mi tradisce con il suo migliore amico? Cosa avrà in più di me? Sarà colpa mia? Cosa gli dà che io non riesco ad offrirgli? Affettività? Sessualità? Trasgressione? Eccitazione? Lo capisce meglio di me? Lo asseconda, conforta, appaga? Ma, trattasi ugualmente di tradimento? Ha lo stesso livello gravità?

Il partner tradito, si mette in discussione, entra in confusione, rilegge la relazione sin dagli albori – effettuando uno scomodissimo avanti ed indietro nel tempo, cercando di trovare tracce del dubbio orientamento sessuale del coniuge – cercando di capire cosa non ha mai capito, cosa gli sarà mai sfuggito. Così, mentre nel “tradimento ortodosso” regna sovrana la gelosia e la rabbia, nel “tradimento omosessuale” prevale la confusione e, spesso, un drammatico sentimento di colpa. Il partner sviluppa un vissuto di tradimento che va ben oltre la fisicità, viene letto infatti, come un “tradimento di ideali”, un tradimento di un progetto di vita comune, ed ancora, un tradimento di lealtà su un sentire profondo: l’orientamento sessuale.

Qualche riflessione sulle unioni gay
L’argomento matrimonio/fedeltà/omosessualità sembra occupare quotidianamente le pagine dei giornali. L’obbligo di fedeltà, sembra essere infatti, l’ennesimo campo di battaglia della legge sulle unioni gay.Proprio in questi giorni si discute quanto sia ancora utile l’obbligo di fedeltà nelle unioni civili.Gli omosessuali lo vorrebbero nelle unioni civili, gli etero lo abolirebbero dal matrimonio. Quindi per omosessuali e lesbiche, sebbene uniti da laico vincolo – a differenza degli eterosessuali – il tradimento non sarà causa di separazione con colpa, anzi ci sarà quasi l’ “obbligo alla scappatella”…