Sesso e droga no stop per 5 ore con una ragazza soprannominata ‘la bestia’: 32enne si sente male

Una donna colombiana di 32 anni, da tutti conosciuta con l’appellativo de “La Fiera” (letteralmente “La Bestia”), per il suo carattere forte, è morta a causa di un infarto al termine di una maratona di cinque ore di sesso e droga. È successo in un hotel a Cali, a sud-ovest del Paese sudamericano, lo scorso 19 marzo:

stando a quanto riporta la stampa locale, avrebbe detto al suo partner di avere le vertigini poco prima di avere delle convulsioni, svenire e andare in arresto cardiaco. L’uomo che era con lei ha immediatamente allertato i soccorsi, ma tardando ad arrivare l’ambulanza, l’avrebbe avvolta in una coperta, già incosciente, e l’avrebbe accompagnata con un taxi al vicino ospedale universitario del Valle.

Una volta giunti al pronto soccorso, era già troppo tardi: i medici non hanno potuto far altro che dichiararne il decesso avvenuto per arresto cardiocircolatorio.

“Stavo andando a casa quando ho ricevuto una chiamata da Santa Elena – ha detto il tassista che ha accompagnato La Fiera  in ospedale -. Subito ho capito che la ragazza era svenuta.

Si vedeva che non aveva segni vitali, ma non pensavo che la situazione fosse così grave”. Gli inquirenti, che hanno iniziato le indagini per verificare le cause della morte della 32enne, hanno scoperto, dopo aver sentito il suo compagno,

che la donna, con la quale era stato tutto il giorno, aveva fatto uso di sostanze stupefacenti per prolungare il piacere per cinque ore consecutive. Un’inchiesta è ancora in corso per ricostruire l’esatta dinamica di quanto successo. In particolare, si cercherà di capire se la 32enne fosse una consumatrice abituale di droghe e quali sostanze nello specifico abbiano fatto fermare il suo cuore. Notizia certificata e riportata in Italia da FanPage.it.