Shock al pronto soccorso, bimbo di 5 anni muore dopo 11 ore di attesa in braccio alla madre

Il piccolo, con sindrome di Down e già gravemente malato, ha atteso per oltre 11 interminabili ore in braccio alla madre su una sedia nella sala di attesa del pronto soccorso prima di accasciarsi e morire. La terribile vicenda ha messo sotto accusa le procedure dell’ospedale ma i sanitari sostengono che non vi erano letti disponibili.

Indignazione e sgomento in Brasile dove un bambino di soli 5 anni è morto in ospedale dopo aver atteso per oltre 11 interminabili ore in braccio alla madre, seduta su una sedia aspettando che qualcuno lo visitasse nella sala del pronto soccorso.

La terribile vicenda ha messo sotto accusa le procedure dell’ospedale Goiânia, capitale dello Stato centro-occidentale di Goiás, dove il piccolo di nome Diogo è deceduto la scorsa settimana davanti agli occhi impotenti della madre che lo sorreggeva.

Diogo soares Carlo Carmo infatti aveva la sindrome di Down e purtroppo non camminava e non parlava. La madre lo ha retto sulle gambe nel corridoio del pronto soccorso pediatrico fino a quando il piccolo non ha resistito allo sforzo e si accasciato tra le sue braccia.

Un dolore enorme per la famiglia che invece sperava in un suo recupero, almeno parziale. Grazie alla riabilitazione infatti stava facendo piccoli ma significativi progressi come bere da una cannuccia per nutrirsi. I parenti hanno raccontato che stava male da alcuni giorni e per questo era stato già portato in ospedale ma dopo una visita era stato rimandato a casa.

Giovedì infine la sua situazione sembrava peggiorata e la madre lo ha riportato al pronto soccorso dove però dopo undici ore di attesa è deceduto. Dall’ospedale hanno spiegato che c’era molto sovraffollamento quel giorno e che il piccolo era stato già visitato e stava facendo una flebo in corridoio in attesa di ulteriori analisi perché non vi erano letti. Sul caso le autorità sanitarie locali hanno avviato un inchiesta disponendo anche l’autopsia sul bimbo.