«Siamo ricchi!». La moglie spende tutto, ma il Gratta e Vinci era un pesce d’aprile

ANCONA – Lo scherzo è bello quando dura poco. Non una giornata intera, nella quale la vittima ha avuto tutto il tempo per spendere una fortuna in vestiti, profumi e costosi accessori.

Sicura che il compagno le dicesse la verità, si è dedicata a uno shopping compulsivo per ore, ovviamente senza dirgli nulla. Ha strisciato decine di volte la carta di credito in boutique e gioiellerie, come se non ci fosse un domani. In fondo, la foto del gratta e vinci fortunato sembrava autentica. Anche il tono di voce del fidanzato, quando l’ha chiamata per annunciare la notizia-bomba, era convincente.

«Amore, tieniti forte: ho vinto 50 mila euro, stasera ti porto a cena». Da non crederci. E infatti avrebbe fatto bene a dubitare o almeno a dare un’occhiata al calendario. Non era nient’altro che un pesce d’aprile, ma lei ci è cascata in pieno.

ANCONA – Lo scherzo è bello quando dura poco. Non una giornata intera, nella quale la vittima ha avuto tutto il tempo per spendere una fortuna in vestiti, profumi e costosi accessori.

Sicura che il compagno le dicesse la verità, si è dedicata a uno shopping compulsivo per ore, ovviamente senza dirgli nulla. Ha strisciato decine di volte la carta di credito in boutique e gioiellerie, come se non ci fosse un domani. In fondo, la foto del gratta e vinci fortunato sembrava autentica. Anche il tono di voce del fidanzato, quando l’ha chiamata per annunciare la notizia-bomba, era convincente.

«Amore, tieniti forte: ho vinto 50 mila euro, stasera ti porto a cena». Da non crederci. E infatti avrebbe fatto bene a dubitare o almeno a dare un’occhiata al calendario. Non era nient’altro che un pesce d’aprile, ma lei ci è cascata in pieno.