in

“Silvia, la nostra meglio gioventù”: il tweet di Claudio Marchisio sulla volontaria rapita in Kenya

L’ex giocatore della Juve parla della 22enne milanese sequestrata il 21 novembre: “Il suo esempio vola alto sopra la tristezza dei pidocchi che la criticano, ti aspettiamo presto”

“La violenza non può abbattere un sogno, perché ci sono valori che non potranno mai essere sconfitti. L’esempio di Silvia Romano vola alto, sopra la tristezza dei pidocchi che la criticano. La nostra meglio gioventù che ci riempie di orgoglio. Ti aspettiamo presto Silvia”. Poche righe, ma un messaggio netto: Claudio Marchisio, l’ex centrocampista juventino, l’ha scritto sul suo profilo Twitter, riferendosi a Silvia Romano, la 22enne volontaria milanese rapita in Kenya di cui ancora non si hanno notizie.

Il giocatore non è nuovo a prese di posizione su temi sociali, e già in passato non aveva nascosto il suo pensiero, per esempio, sulla questione migranti, con un post sui morti nel mar Mediterraneo che aveva creato diverse polemiche e gli aveva attirato critiche di tifosi che, in sintesi, gli dicevano di “pensare a giocare”.

Dalla laurea a Milano all’Africa: chi è Silvia Romano, la volontaria rapita in Kenya

Ma Marchisio, che adesso gioca allo Zenit San Pietroburgo, non se ne è curato. E in questi giorni in cui la vicenda di Silvia Romano e, più in generale, la polemica sui volontari che partono per luoghi difficili come il Kenya, ha voluto dire da che parte sta. Citando “la meglio gioventù” proprio a proposito di ragazzi, come la giovane milanese, che si impegnano per quello in cui credono. Una posizione che, anche questa volta, gli ha attirato qualche critica, anche per l’uso del termine ‘pidocchi’, ma anche tanti complimenti da persone che lo ringraziano per usare la sua notorietà anche per parlare di argomenti così importanti.