«Speriamo muoia, una napoletana in meno», sui social vergognoso post su Noemi. Intanto le mamme si stringono in preghiera

Non c’è fine al peggio: sui social sono apparsi vergognosi insulti contro i napoletani e la piccola Noemi. Al termine della partita di ieri tra Napoli e Cagliari, come si legge su Il Mattino, è apparso sulla pagina Facebook della squadra sarda un post vergognoso.

Un tifoso ha riversato il suo veleno su Noemi, la bimba di tre anni gravemente ferita durante un agguato avvenuto nel tardo pomeriggio di venerdì a piazza nazionale a Napoli.

Noemi è giunta nell’ospedale Santobono dopo che un proiettile le aveva trapassato entrambi i polmoni.

Le offese e gli insulti da parte dei leoni da tastiera non conoscono limiti come la stupidità. Una dinamica ormai ben nota sul web, non solo in ambito calcistico.

Intanto le mamme di Napoli pregano per la piccola Noemi, ferita venerdì sera in piazza Nazionale durante un agguato di camorra. Sono mamme del Rione Sanità di Napoli, appartenenti all’associazione “Forti Guerriere”.

Si sono date appuntamento davanti ai cancelli dell’ospedale Santobono dove la piccola lotta per sopravvivere. Candele, preghiere e un cartello: “Noemi lottiamo con te”