in

Tenta di fare una rapina ma viene ripreso dalle telecamere

Il video intero alla fine dell’articolo. Questo ladro tenta di rapinare un negozio ma non si accorge di essere ripreso dalle telecamere.

Una storia che ricorda quella di Paolo, proprietario di un negozio Obi a Grosseto. Dalla sua cabina di regia – un po’ come Truman show – Paolo manovra i fili del suo negozio scorrendo le immagini delle telecamere. Ne ha cinquantasei, posizionate ad arte. Dai monitor osserva il formicolio di gente, i clienti che camminano e scelgono la merce. Pure il ladro in azione che crede di agire indisturbato, e invece no.

Paolo Signori – 63 anni ben portati – ha ormai escogitato il suo metodo infallibile contro i ladri. Non armi e né violenza, ma una capillare rete di telecamere collegate al suo ufficio dov’è il quartier generale della videosorveglianza. «È vero, mi sono imbottito il negozio», confessa sbarazzino dopo aver inchiodato, nelle ultime settimane, una decina di furfanti costretti a restituirgli la merce.

«Ogni giorno – continua l’imprenditore grossetano – subisco una quindicina di colpi. Non faccio pari a distrarmi un attimo che mi sparisce qualcosa. Ma si può?». Che sia una lampadina da due euro o la catena di una bicicletta da 10, che sia un porta saponette piuttosto che un martello o un pezzo importante da cento euro per arredare il bagno, dice lui, «dal negozio mi parte di tutto. E se non reagissi mi troverei veramente sul lastrico».

Tra l’altro tra i malviventi si nasconde un folto popolo di insospettabili, medici, impiegati, ufficiali, «persone di cui non diresti mai e che invece agiscono nell’ombra e ho pizzicato con le mani nel sacco». Cleptomani per vezzo o ex benestanti scivolati nella crisi, «ho scoperto di tutto. E siccome così non andava ho deciso di puntare sulla tecnologia, unica arma contro i delinquenti. Vendo a bizzeffe sistemi d’allarme, e non c’è angolino del negozio che non sia coperto di sensori. «A quel punto mi sono inventato un sistema tutto mio». Che è il seguente. «Se io o i miei dipendenti scopriamo in flagrante il ladro mentre ruba, il gioco è fatto: gli facciamo restituire la merce all’istante, e non può obiettare». È capitato anche nelle ultime ore. Diverse persone sono state invitate a restituire la merce subito. Ma non sempre è facile.