Tiroide, gli alimenti che l’affaticano e non vi permettono di dimagrire

L’organismo di ciascun individuo è diverso e funziona in modo differente. Ci sono persone che hanno la tendenza ad ingrassare, altre che pur mangiando di tutto restano in linea perfetta. La tiroide è uno degli organi più complessi e viene coinvolta nelle fasi di dimagrimento. Esistono alcuni alimenti, che per la loro composizione non sono facilmente digeribili. Questi alimenti ad esempio affaticano la tiroide rallentando il dimagrimento.

Quali sono gli alimenti da consumare con moderazione? cereali innanzitutto. Questi alimenti, in piccole quantità fanno sicuramente bene. E’ l’eccessivo consumo che può creare squilibri alla tiroide. Un altro alimento da consumare moderatamente è il latte e i suoi derivati. la funzionalità della ghiandola può essere alterata anche da cavoli e broccoli. La soia è un altro alimento sotto accusa.

La dieta ideale, prevede un consumo di tutti gli alimenti, ma senza eccedere mai nelle quantità. Qualsiasi cibo, se consumato ogni tanto e in una quantità minima, non influisce mai negativamente sulla salute del nostro organismo.

La ghiandola endocrina è regolata da ormoni, influiscono sul metabolismo. E’ appunto dal metabolismo che dipende l’assimilazione degli alimenti, diventare magri o grassi. Molte volte un dimagrimento improvviso può essere legato ad una disfunzione ormonale.

Viceversa, il mal funzionamento della tiroide potrebbe spiegare anche un aumento improvviso di peso. E’ sempre buona abitudine, effettuare periodici controlli alla tiroide. Anche il medico di base potrà prescrivere alcuni esami del sangue, che verifichino la funzionalità della tiroide. Si tratta dell’esame del THS. T3 e T4 sono altri ormoni da controllare.

Un altro esame importante da fare è l’ecografia della tiroide. Questo esame permette di individuare linfonodi, eventuali noduli e le ghiandole salivari.In via generale è bene fare una moderata attività fisica e rivolgersi ad un Nutrizionista per una dieta mirata.