in

Una ricerca afferma che i lavoratori sopra i 40 dovrebbero lavorare solo 3 giorni a settimana

Lavorare dalle nove alle cinque ogni giorno sarà anche normale ma non è una passeggiata. Ti è mai capitato di fare salti di gioia di domenica sera e pensare, “Wahoo! Da domani devo cominciare ad accumulare altre quaranta ore!” Certo che no, perchè per fare quaranta ore a settimana (magari anche con gli straordinari) ci vuole una buona dose di disciplina e spina dorsale. Se non così fosse non ci sarebbe bisogno del weekend e delle vacanze per ricuperare.

La verità è peggiore delle aspettative. I ricercatori, di recente, hanno scoperto che turni di lavoro lunghi possono avere conseuenze negative sulle capacità cognitive dei lavoratori.

Una settimana di lavoro da 40+-ore è faticosa per tutti, ma finchè lavori non c’è alternativa. Perlomeno se non hai più di 40 anni. I ricercatori del Melbourne Institute of Applied Economic and Social Research hanno pubblicato uno studio di recente secondo il quale i lavoratori sopra i 40 dovrebbero lavorare meno ore a settimana e per una buona ragione.

Il Melbourne group ha comparato il numero medio di ore di lavoro con i risultati di un test psicologico che prendeva in esame la memoria a breve termine e la capacità di concentrazione dei lavoratori. E indovinate? È risultato che un turno di lavoro da 25 ore a settimana (approssimativamente) stimola le capacità cognitive e psicologiche dei lavoratori, mentre un turno più lungo ha un impatto negativo.

In altre parole: Lavorare tre giorni a settimana sarebbe l’ideale per chi ha superato i quaranta.

Sicuramente anche le persone sopra i 40 hanno bisogno di stimoli intellettuali. Quello di cui non hanno bisogno è un eccesso di stimoli, poichè troppe preoccupazioni influiscono negativamente sulla mente, sull’attenzione e sulla memoria. Alla luce di questa nuova scoperta viene spontaneo porsi la domanda: Come si spiega il fatto che l’età pensionabile si è alzata drasticamente e quali conseguenze comporta?

Gli stacanovisti sono più a rischio.

Nell’ambito di questa ricerca le persone che lavorano 60+ ore a settimana hanno ottenuto risultati più bassi relativi alle capacità cognitive rispetto alla controparte non lavoratrice!

Non vi sorprenderà sapere che questa ricerca non ha sempre avuto un riscontro positivo. Stando al professore di economia Geraint Johnes, della Lancaster University, nell’intervista rilasciata alla BBC, “questo studio prende in considerazione solamente i lavoratori sopra i 40, non c’è alcuna ragione di credere che le persone che superano questa soglia di età siano diverse dagli altri lavoratori.”

In altre parole, questo studio si riferisce solo ai lavoratori sopra i 40 e non a quelli sotto questa soglia di età. Chi lo sa? Magari una lunga settimana lavorativa influisce negativamente anche su di loro.

Morale della favola, si può affermare con sicurezza che i lavoratori sopra i 40 sono più produttivi se lavorano 25 ore a settimana o meno. Non sarebbe male, vero?

Mostra questo articolo ai tuoi amici e alla tua famiglia! I tuoi amici sopra i 40 devono assolutamente leggerlo!