in

Violentata per ore durante l’intervento chirurgico, la denuncia di una 35enne

La paziente ha raccontato alla polizia di aver visto l’anestesista abusare di lei mentre era sul punto di riprendere coscienza. La donna, come riporta il Daily Mail (fonte qui), sostiene di essere stata stuprata per ore al Services Hospital di Lahore.

Nonostante l’intervento sia durato ben 8 ore, la 35enne è stata dimessa la sera stessa, una procedura di per sé insolita, ma poco dopo a casa ha iniziato ad avere dolore ai genitali e a lamentare fastidi nell’apparato urinario.

Trasportata in un altro ospedale i medici hanno appurato la violenza sessuale, ripetuta per ore, viste le condizioni in cui si trovava.

Ora sono in corso delle indagini per individuare il responsabile dei terribili abusi e sulla violenza si è espressa anche il ministro della salute che ha dichiarato che questo episodio non resterà impunito.

Aperta un’inchiesta sull’accaduto – La paziente dopo l’intervento avrebbe avvertito dolori e sanguinamento e per questo sua sorella l’ha accompagnata in ospedale, dove – secondo alcune fonti – dei medici avrebbero confermato che aveva subito uno stupro.

Il ministro della salute del Punjab ha formato un comitato di inchiesta composto da tre membri per chiarire quanto accaduto in ospedale. Qualche medico avrebbe però già respinto le accuse della donna parlando di un “malinteso”. Intanto sono stati raccolti campioni di dna della donna che potranno essere utili alle indagini.